Come sterilizzare i vasetti per le conserve

Aggiornamento: 30 mag

Produrre conserve alimentari e dritte su come sterilizzare i vasetti per le conserve.


Sono tante le attività agricole che nel corso degli ultimi tempi hanno deciso di valorizzare il proprio raccolto creando conserve di qualità a marchio privato: una scelta che mira a rendere ancora più autentica la proposta aziendale a disposizione della clientela ma che non è semplice svolgere in maniera autonoma.


Alla base della buona riuscita delle conserve, siano esse marmellate, confetture, composte, sottoli, sottaceti e così via, vi sono alcuni processi molto delicati. È importante infatti sapere come sterilizzare i vasetti per le conserve, ma anche come mettere in vaso il prodotto e quindi pastorizzarlo una volta che il contenitore è stato chiuso.


come sterilizzare i vasetti per le conserve
Sterilizzare i vasetti in forno

Parliamo infatti di fasi che contribuiscono alla perfetta conservazione del prodotto allungandone i tempi di scadenza in modo sicuro e sano per un risultato perfetto. Quando il vasetto verrà riaperto, sarà possibile percepire la medesima freschezza ed integrità del cibo, così come quando è stato fatto.



Alcune alternative su come sterilizzare i vasetti per le conserve


Vi sono diverse scuole di pensiero su come sterilizzare i vasetti per le conserve ma in realtà sono tutti metodi molto validi. L’obiettivo della sterilizzazione è quello di distruggere quei microrganismi presenti sia nell’ambiente che nel cibo e che potrebbero andare a contaminare i prodotti in vaso, pregiudicandone la conservazione. Il discorso vale sia per vasi nuovi che per quelli usati.


  • Come sterilizzare i vasetti per le conserve in acqua bollente Si tratta del metodo più rapido e semplice: basta riporre i vasetti vuoti e puliti in acqua bollente e lasciarli per circa trenta minuti. Consigliamo di metterli in pentola con la bocca rivolta verso l’alto. Una volta conclusa la sterilizzazione bisogna lasciarli asciugare a testa in giù facendo molta attenzione che non vi siano residui d’acqua in fase di invasettamento del prodotto.

  • Come sterilizzare i vasetti per le conserve in lavastoviglie La lavastoviglie riesce a sgrassare e poi pulire i piatti di casa e le posate proprio perché raggiunge temperature molto alte ed in più, a fine ciclo, sterilizza il tutto grazie al vapore dell’acqua calda. Un lavaggio ad alta temperatura sarà più che sufficiente per garantire una buona sterilizzazione.

  • Come sterilizzare i vasetti per le conserve in forno Per una sterilizzazione sicura in forno, è sufficiente riporre i vasi su una teglia con carta forno e lasciarli per 25 minuti a 120 gradi.

  • Come sterilizzare i vasetti per le conserve in microonde. Il microonde infine resta uno dei metodi più rapidi. L’unica differenza rispetto ai metodi precedenti è che bisogna poggiare i vasi riempiendoli di acqua per ¼. Fatto ciò, due minuti a 100/120 gradi saranno sufficienti.



Alcuni consigli per un prodotto perfetto


Una volta compreso come sterilizzare i vasetti per le conserve, bisogna porre attenzione anche ai tappi: bisogna infatti sempre utilizzare tappi nuovi e mai quelli usati i quali perdono aderenza al momento della chiusura. È molto importante inoltre non sporcare i bordi del barattolo al momento dell’invasettamento, così da non generare sporco e quindi, nel tempo, batteri.

come sterilizzare i vasetti per le conserve

Eseguire una sterilizzazione corretta significa sfruttare al massimo le potenzialità del sottovuoto che si verrà a creare invasettando il prodotto ad alta temperatura. Assicuratevi di aver creato il sottovuoto premendo il centro del tappo: se non produce il classico “clic” dopo aver riposato, allora il vuoto è stato creato correttamente.